12-1-produzione-potenziale-18-maggio-2016

sat_olivetia-marchio-e-non-a-marchiopresentinegliarealidop-320x290  dati su cartografia interattiva

La carta illustra la produzione potenziale di olive destinate ad olio a marchio, con riferimento ai comuni afferenti ai diversi areali.
A livello generale, le aree potenzialmente più produttive sono localizzate nella sezione meridionale dell’Irpinia, nella Penisola Sorrentina, nel Cilento costiero e nei comuni delle Colline Salernitane, a ridosso del capoluogo.
La rappresentazione cartografica, che sostanzialmente esprime un elevato grado di coerenza rispetto alle carte che rappresentano sia la dotazione di SAU olivicola DOP sia di aziende olivicole DOP, testimonia una buona tenuta della produttività dei terreni e dell’impegno imprenditoriale nelle pratiche agricole.
Fa riflettere, invece, il dato che riguarda il rapporto tra l’ampiezza delle aree che i diversi disciplinari riconoscono come ambiti potenziali di produzione di olio a marchio e quella delle aree nelle quali si registra effettivamente la presenza di pratiche olivicole destinate ad olio DOP.
La causa va ricondotta al giudizio sostanzialmente negativo che gli imprenditori agricoli hanno delle opportunità di mercato offerte alle produzioni a marchio, al punto tale da sacrificarle a favore della olivicoltura tradizionale o di altri ordinamenti produttivi.
Per l’areale Terre Aurunche, di più recente costituzione, non sono disponibili i dati.

Fonte: Agroqualità