6-0-numero-di-aziende-olivicole-variazioni-mxd_-1sat_olivetia-marchio-e-non-a-marchiopresentinegliarealidop-320x290 dati su cartografia interattiva

Variazione percentuale del numero di aziende olivicole 2000-2010

La carta tematica segnala, per l’intera regione, una flessione (-3,48%) del numero di aziende olivicole, con riferimento allo spazio temporale compreso tra il 2000 ed il 2010.
La flessione si registra soprattutto nei comuni tradizionalmente produttori di olive del Cilento, della Penisola Sorrentina, del Salernitano (in prossimità del comune capoluogo), della provincia di Avellino, della sezione settentrionale della provincia di Caserta.
Per contro, si registrano incrementi nel Napoletano ed in alcuni comuni del Casertano (dove però nel 2000 non esistevano aziende olivicole o il numero delle stesse era molto esiguo), in alcuni comuni del Beneventano, compreso il capoluogo di provincia, ad Avellino ed in alcuni comuni interni del Salernitano, con particolare riferimento alla Piana del Sele.

Valore medio regionale: – 3,48%
FONTE: ISTAT, 6° Censimento generale dell’agricoltura.